La birra weiss o birra di frumento

Tags: Birra weiss Birra di frumento Weizenbier Weissbier

Birra di frumento, birra weiss, Weizenbier: tanti nomi per indicare una specialità bavarese apprezzata in tutto il mondo. La birra di frumento è definita “velata” per il suo color biondo torbido, dovuto alle particelle di lievito in sospensione. La Weizenbier o Weissbier è caratterizzata dalla presenza del frumento in varie percentuali rispetto all’orzo (generalmente al 50%). In questo modo la birra acquista un sapore meno amaro, più acidulo e con una consistenza decisamente cremosa. Nata nella regione tedesca della Baviera, la birra weiss è stata poi declinata in diverse varianti, tra cui la Hefeweizen, la classica dal colore torbido, la Kristallweizen, più cristallina e servita con chicchi di riso e limone, la variante scura ed anche quella prodotta con la tecnica bock.

 

Brass Weiss, la Weissbier di Doppio Malto

 

Doppio Malto ha dato la sua interpretazione di birra weiss, offrendo al mercato brassicolo e ai consumatori appassionati un’etichetta di tutto rispetto, delicata e perfetta per i mesi caldi. La Brass Weiss, birra lievitata ad alta fermentazione, è velata, fresca e dissetante, decisamente estiva. Con sentori di agrumi, nello specifico di scorza d’arancia, questa birra weiss dà il meglio di sé abbinata a piatti di pesce, alla pizza e a formaggi freschi come mozzarella e ricotta. Questa Weissbier, vincitrice di numerosi premi tra cui un oro e un argento all’International Beer Challenge di Londra, è molto apprezzata dagli chef dell’ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana. Il fondatore e rettore dell’istituto ALMA è Gualtiero Marchesi, celeberrimo chef considerato come il pioniere della “nuova cucina italiana”. La birra Brass Weiss ha un bassissimo IBU (solo 9), un tenore alcolico del 4,5% e deve essere servita a 6/8°.